Centro per la Raccolta delle Voci e Leggende Contemporanee (CeRaVoLC) - 2018

Cerca
  • Redazione

E VOI L'AVETE SENTITA?/ DALLA RUSSIA CON ERRORE


Articolo di Sofia Lincos


Questa storia risale ai tempi della Guerra Fredda. Il clima è teso, Russia e Stati Uniti sono in competizione per il dominio del mondo. È allora che in America comincia a diffondersi questa leggenda:

Una coppia americana sta viaggiando nell'Unione Sovietica comunista e si ferma in un hotel di Mosca. Nonostante l'ora tarda, controllano la stanza in cerca di microspie, consapevoli della politica di sicurezza russa e della possibilità di essere spiati. Notato un rigonfiamento al centro della stanza, spostano il tappeto e trovano una piastra metallica avvitata al pavimento. Allora rimuovono il dispositivo, rimettono a posto il tappeto e si ritirano per la notte.
Il giorno seguente al check out l'impiegato alla reception chiede se hanno dormito bene. 'Sì', rispondono, 'Benissimo'.
'Sono felice di sentirlo', risponde l'addetto, 'perché la coppia che alloggiava nella stanza sotto alla vostra si è lamentata di aver passato una notte terribile.'
'Qual'era il problema?'
'Pensi, la scorsa notte gli è caduto addosso il lampadario!'

(Jan Harold Brunvand, Encyclopedia of Urban Legend - 2nd Edition, 2012)


Questa storia, raccontata come un fatto realmente accaduto, è segnalata a partire dagli anni '70 del secolo scorso. Alcune versioni di questo racconto già circolavano negli Stati Uniti: Jan Brunvand ne segnala una avente per protagonista una coppietta in luna di miele, terrorizzata dal sospetto che gli amici potessero giocargli qualche brutto scherzo nascondendo una microspia nel loro hotel.

Ma è con il clima paranoico della Guerra Fredda che la storia trova la sua collocazione naturale. Nel 1972 il protagonista è un giocatore di hockey canadese in tour nell'Unione Sovietica. Nel 1989-1990 la storia viene attribuita a un diplomatico statunitense assegnato all'ambasciata di Mosca.

Nonostante il crollo del muro di Berlino e la fine dell'Unione Sovietica, gli studiosi Birke Duncan e Jason M. Harris nel loro libro Laugh Without Guilt (2007) ne segnalavano ancora la diffusione nel 1994, stavolta con ambientazione presso l'Hotel Watergate a Washington, dove un viaggiatore avrebbe avuto il timore della presenza di microspie rimaste dal periodo della presidenza Nixon (all'Hotel Watergate, si ricorderà, ebbero luogo le intercettazioni abusive che fecero scoppiare lo scandalo del 1972, quello che condusse alle dimissioni di Nixon).

E a voi, hanno mai raccontato storie di lampadari scambiati per microspie?


Se sì, scriveteci a centro@leggendemetropolitane.eu

734 visualizzazioni