Cerca
  • Redazione

Ma gli orsi polari sono mancini?




Articolo di Sofia Lincos e Giuseppe Stilo


Tutti gli orsi polari sono mancini.

Questa affermazione così perentoria fa parte di quei divertenti elenchi di fatti strani ma veri, anzi verissimi. Non vorrete mica mettere in dubbio un’asserzione ripetuta mille volte su internet, vero?

Beh, sulla mancinità degli orsi avreste ragione a dubitare: si tratta di una diceria molto diffusa, ma probabilmente falsa. Schiere di zoologi hanno osservato a lungo il comportamento di questi animali, arrivando alla conclusione che sono ambidestri: usano l'una o l'altra zampa in modo indifferente, sia per cacciare, sia per tirar fuori i pesci dall'acqua, sia per scavare nella neve. Garantisce la Polar Bears International, la più grande organizzazione mondiale dedicata alla conservazione di questa specie. Ma potete appurarlo anche voi, guardando gli innumerevoli filmati presenti su Youtube che testimoniano le loro capacità predatorie.

La storia non è frutto di qualche burlone recente o di voci degli ultimi anni: si tratta invece di una credenza assai diffusa fra gli Inuit. Gli anziani di questo popolo, infatti, sono davvero convinti che gli orsi siano mancini, e che se si viene attaccati da uno di questi animali sia più facile sfuggirgli buttandosi verso la destra dell'assalitore: da questo lato, infatti, le zampate sarebbero più lente.


Non è dato sapere come sia nata questa leggenda, forse, dall'osservazione che i plantigradi se la cavano benissimo con la zampa sinistra. Per noi umani, che di solito abbiamo una spiccata lateralizzazione, questa constatazione potrebbe aver portato a pensare che fossero mancini e a generare una credenza poi arrivata, nella modernità, un po’ in tutto il mondo. Sottovalutando, insomma, che gli animali sono bravissimi a utilizzare la sinistra, ma anche la destra.

La credenza ha influenzato persino l'araldica groenlandese: nel 1989 fu chiesto all'artista locale Jens Rosing di disegnare lo stemma dell'isola, parte del regno di Danimarca ma oggi dotata di un ampio statuto di autonomia. Rosing rielaborò un particolare dell'emblema reale danese, che raffigura un orso rampante.


In ossequio alla tradizione Inuit, però, l'animale solleva la zampa sinistra. Chi lo avrebbe detto, che un’intera nazione ha nel suo stemma l’eco di una leggenda oggi preda di Internet?


178 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti